domenica 19 ottobre 2014

American sniper - torna Clint Eastwood


Torna Clint Eastwood dietro la macchina da presa. E questa volta ci porta dritti in Iraq per seguire le gesta di uno dei migliori cecchini della storia dei Navy Seals, battezzato Al-Shaitan, ovvero "Il Diavolo" dai suoi stessi nemici.


Quella del cecchino è da sempre una figura molto amata da Hollywood. Soldato fantasma, spara pochi colpi, ma deve metterli per forza a segno. L sue missioni sono nell'ombra, la sua vita dedicata ad attendere il momento giusto, che spesso non arriva mai. Movimenti lenti, concentrazione, respiro e battito controllati, mira perfetta. Giornate in cerca del punto giusto in cui piazzarsi per dare copertura o colpire il bersaglio. Sparare e cambiare posizione. Sfiorare quel grilletto, ormai tutt'uno con il braccio, mettere a fuoco il mirino che in anni ha modificato, limato per renderlo efficiente al 100%. Calcolare distanze, velocità del vento, perché la parabola del proiettile sia perfetta. Insomma personaggio ideale perché diventi il "più fico" del film. Perché quindi non cogliere occasione per ricordare i migliori cecchini della storia di Hollywood? Vai con la classifica...


8- Tom Beckett (Tom Berenger) 


"One shot, one kill" recitava il titolo di un film dei primi anni '90 con Tom Berenger. In realtà in origine era Sniper, tradotto in modo creativo per il mercato italiano, forse perché il termine non era stato ancora sdoganato, come oggi succede grazie ai millemila Call Of Duty
In Sniper il buon Berenger addestrava un giovane e promettente Billy Zane, ma l'acredine tra i due cresceva di missione in missione a causa di una diversa interpretazione degli eventi. Film carino, forse il primo film con budget decente a seguire le orme del soldato solitario. Pochi sanno che sono stati girati ben quattro seguiti (uno con Zane e tre con Berenger). Armi: Berenger usa un Remington M40A1, Zane un H&K SR9T.

7- Floyd Dane (Bill Paxton)

Navy Seals - pagati per morire è una pellicola datata 1990 con un buon cast tra cui Charlie Sheen nella sua epoca action pre Hot Shots e Michael Biehn (il primo mitico John Connor). 
I seals da cui il titolo dovranno infiltrarsi in una base di terroristi libanesi. A coprire le spalle al team ci sarà Floyd Dane, soprannominato "Dio",  dotato di mira straordinaria e di un'arma che nei film non si era mai vista prima, in grado di perforare i muri di cemento. Arma: Barrett M82A1


6- Erwin Konig (Ed Harris)

Nella fredda Stalingrado si stanno affrontando russi e tedeschi. Dall'esito di questa battaglia dipenderanno le sorti di tutta l'Europa e forse anche le mondo intero. 
Lo spauracchio dell'armata rossa è un cecchino tedesco, il braccio destro di Satana, che fa strage tra le fila dei male armati soldati russi. L'unica speranza è affidare un fucile da sniper al giovane commilitone Vassili Zaitsev (Jude Law), che si è scoperto essere dotato di una mira prodigiosa. Tra i due inizierà una sfida fatta di appostamenti e inseguimenti sempre più emozionanti. 
Il nemico alle porte è decisamente uno dei più bei lungometraggi bellici mai realizzati e Konig si mangia da solo lo schermo. Armi: Harris spara con un Mauser 98k, Law con un Mosin Nagant M91/30 rifle.




5- Billy "The Kid" Timmons (Liam Hemsworth)

Ai Mercenari mancava giusto un cecchino, dato che a forza di sfondamento erano già messi bene e avevano già un esperto di arti marziali (Li) e un demone dei coltelli (Statham). 
Per colmare il vuoto, Barney Ross (Stallone) chiama Billy Timmons, detto The Kid in quanto l'unico del gruppo a non avere problemi di prostata. Pur essendo in scena per poco tempo, il buon Billy, un ex cecchino dell'esercito,  riesce a coprire i propri compagni facendo strage tra i nemici con il suo cannone calibro 50. Arma: Barrett M107


4- Elias (Raphael Personnaz)

Il film Special Forces è uscito in sordina qui da noi, ma vale sinceramente la pena recuperarlo. Produzione francese, segue le gesta di un manipolo di soldati appartenenti alle forze speciali transalpine inviate in Afghanistan per liberare un paio di ostaggi. Come da copione il tutto non sarà così semplice come sulla carta. 
Arricchito nel cast dalla presenza di Diane Kruger e Djimon Hounsou, giusto per alzare il livello della produzione. Nonostante scene un po' forzate il film scorre bene ed è impreziosito dalla presenza del cecchino del gruppo, Elias, protagonista di alcune scene davvero interessanti (tra cui il classico duello tra sniper) e di una fuga memorabile. Armi: PGM Ultima Ratio


3- Schoolboy (Matthew Marsden)

Quando Stallone presentò il quarto capitolo di Rambo in molti pensarono fosse pazzo e approcciarono la pellicola con molto scetticismo. In realtà è tra i migliori film action usciti negli ultimi anni, con un Rambo ormai anzianotto che evita machismi tipo imbracciare due M60 o abbattere elicotteri a mani nude. Se ne sta dietro un mitragliatore calibro 50 e massacra in allegria. 
A sua copertura uno dei cecchini meglio realizzati nella storia. Schoolboy dà copertura in tutte le scene. Memorabile quella notturna sotto la pioggia in cui letteralmente scompaiono le teste dei malcapitati colpiti dallo sniper. Arma: Barrett M82CQ.

2- Bob Lee Swagger (Mark Wahlberg)

Finalmente un film su un cecchino! E pure bello! Wahlberg interpreta un sergente dei marines in congedo dopo la morte del suo compagno in una missione in Etiopia finita malamente. Mentre si trova nella sua bella casa in montagna e passa il tempo a sparare alle volpi, viene ingaggiato dal Governo per sventare un attentato al presidente. In realtà verrà incastrato per coprire il vero movente dell'omicidio (JFK? Mah...). 
Il film ruota completamente attorno alla figura di Swagger e le scene in cui imbraccia un fucile con mirino si sprecano. Un must per gli appassionati di sniper e di armi a lunga gittata, che andranno letteralmente in brodo di giuggiole. Armi: USMC M40A3 rifle, Barrett M82A1M (e siamo solo alla prima scena del film), Cheytac M200, Remington 700PSS, Cooey model 600.

1- Daniel Jackson (Berry Pepper)

Salvate il soldato Ryan è stato IL film bellico per eccellenza. IL film che ha realmente mostrato la guerra così com'è. Sporca, zeppa di morti, in cui l'odore della paura si mischia a quello metallico del sangue che sgorga da ferite inimmaginabili. La scena dello sbarco rimarrà nella storia. 
Il gruppo capitanato da John Miller  (Tom Hanks) è inviato a prelevare il  soldato semplice Ryan da cui il titolo, in quanto ultimo sopravvissuto di una sfilza di fratelli periti nelle prime settimane della guerra. il piccolo plotone annovera il padre di tutti i cecchini: Daniel Jackson, colui che non sbaglia un colpo, colui che prega Dio prima di premere il grilletto. Straordinaria la sfida con il cecchino tedesco (leggenda urbana vorrebbe che quel cecchino fosse addirittura Kevin Costner...) e memorabile la scena in cui si apposta sul campanile e fa letteralmente a pezzi decine di tedeschi. Arma: Springfield 1903A4

Speriamo che questa nuova fatica del buon Eastwood ci permetta di aggiornare la classifica dei piani più alti. restate sintonizzati per ulteriori informazioni!

Gianluca

2 commenti:

  1. Il migliore film sui cecchini è sicuramente "One Shot, One Kill" interpretato dal grande attore Tom Berenger

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero! hai citato un film davvero niente male!

      Elimina