martedì 23 aprile 2013

Far East Film Festival 15




Ecco il trailer dell'edizione di quest'anno, anno del serpente, ricordiamo

video


Dal 19 al 26 aprile Udine accoglie la gioiosa invasione del cinema asiatico. Nelle piazze ci sono bancarelle che vendono di tutto, dai ventagli ai modellini di Godzilla. Esibizioni di Arti marziali, corsi di bonsai, seminari sulla cultura asiatica, feste notturne a tema con la presenza di gruppi e dj orientali. Per un quadro esaustivo della manifestazione vi invito a visitare il completo sito del far east, all'indirizzo www.fareastfilm.com Punto focale il teatro Nuovo Giovanni, cuore delle manifestazione, che proietta non stop tutto il giorno quanto di meglio scelto per noi della più recente cinematografia di Hong Kong, Filippine, Taiwan, Cina, Tailandia, Corea, Giappone, Malesia, con tanto di anteprime internazionali , attori e cineasti presenti tra il pubblico. Già da alcuni anni è per me un appuntamento immancabile, vuoi per la mia passione per il Sol Levante, vuoi perché occasione per tornare a contatto con le mie origini paterne, friulane, magari facendo una capatina Ai Piombi a gustare il frico o presso le stimate prosciutterie del San Daniele, facendo tappa obbligata a Cividale per fare incetta di “strucchi” (certo, poi mi dedico anche a monumenti e folclore locale, ma prima la pappa...). Così, munito del mio tesserino da “cinefilo”, categoria “white tiger”, sarò come sempre tra le prime fila del Nuovo Giovanni, probabilmente da giovedì 24, avendo così la possibilità di gustarmi appieno quello che purtroppo è cinema “invisibile” al 98% nel nostro paese. E non vi parlo di film d'autore con due monaci che contemplano la caduta delle foglie per sei ore senza colonna sonora; parliamo di film popolari, block buster, film che effettivamente il popolo orientale vede al cinema, non prodotti di nicchia destinati a critici che ascoltano solo Battiato e poi vestono come Bluto (Linea 77, cit.). 

Ma qualcosa sta arrivando nonostante tutto e con molto sforzo, 98 non è 100% dopo tutto. Perché da anni il Centro Espressioni Cinematografiche di Udine, insieme alla Tucker Film, stanno con successo lavorando per portare da noi sempre più materiale visibile dapprima solo al festival e questo unitamente allo sforzo distributivo della Cecchi Gori e al supporto di Rai4. Sono così giunte sulle nostre tv, nei nostri lettori nonché eroicamente distribuite nelle sale, pellicole di Dante Lam, di Johnny To, di Hark e di Woo, tra i tanti. Come gocce che frantumano le pietre, poche ma costanti e inevitabili, queste opere stanno gioiosamente invadendo il palinsesto e gli scaffali dei megastore in versioni dvd-blu ray, in versioni molto curate e apprezzate, nelle quali la Tucker cura inserti speciali, produce materiale inedito come le interviste, anche a critici cinematografici, spesso rilasciate durante il Far East a registi e interpreti. Piccoli gioielli che è dovere di questo recensore segnalare, recensire e far conoscere a più non posso tra i prossimi post che verranno a seguire.
Se siete in zona Udine, venite anche voi a fare un salto al Nuovo Giovanni per vedere di nascosto l'effetto che fa (Iannacci cit. con rimpianto). Magari comprando un biglietto giornaliero per farsi un'abbuffata di almeno 7 pellicole, nutrendovi nelle pause con i piatti freddi del bar interno al teatro in attesa del nuovo ingresso, con l'avvertenza che tutti i film sono sottotitolati in inglese ma che è anche possibile con le cuffie godere di traduzioni in italiano. Se non potete venire e volete godere dell'aria del festival comunque, ecco qui sotto delle pellicole che potreste vedere, tutte disponibili da noi in dvd-blu ray, per godere di una esperienza, pur nei limiti, similare.

Ecco a voi quindi il mini-far east delle conseguenze del troppo tempo libero (film rigorosamente da vedere in coppie di due o tre a serata, tutti disponibili in italiano senza troppe difficoltà, chi più chi meno). Ve li butto così, a “impatto”, senza dirvi esattamente di cosa parlano, perché lo spirito dei festival è sempre in grande parte la sorpresa. Circa i titoli più hot, ne parleremo nello specifico prima o poi.
  1. Departures di Takita
  2. Yattaman di Miike
  3. Outrage di Kitano
  4. Il banchetto di nozze di Ang Lee
  5. Il buono, il matto, il cattivo di Ji-Woon
  6. Sex'n'zen 3d di Sun Lap Key
  7. Keep Cool di Yimou
  8. The Beast Stalker di Lam
  9. Audition di Miike
  10. Hero never Dies di To
  11. Battle Royale di Fukasaku
  12. Kung fusion di Chow
  13. Ptu di To
  14. Dolls di Kitano
  15. 13 assassins di Miike
  16. Dark water (quello originale) di Nakata
  17. Detective Dee di Hark
  18. Bullet over summer di Yip
  19. La congiura della pietra nera di Woo
averi voluto aggiungere Thermae Romae di Takeuchi, che ha spopolato nella scorsa edizione del festival, ma la versione home video è ancora in lavorazione. A tutti, buon divertimento! 
Talk0

Nessun commento:

Posta un commento